foto_profughi_1

Rifugiato a casa mia

“Rifugiato a casa mia” è un progetto di accoglienza per rifugiati e titolari di protezione internazionale promosso da Caritas Italiana cui aderiscono 13 realtà Caritas diocesana di tutta Italia (tra cui Caritas Rimini).

Nella consapevolezza che il sistema nazionale di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e rifugiati mostra diverse criticità sia in riferimento alla capienza  dell’accoglienza, si intende intervenire con una proposta volta a sperimentare un approccio innovativo attraverso il coinvolgimento della comunità cristiana.

La Caritas di Rimini cerca quattro famiglie disponibili ad aprire la propria casa a quattro ragazzi (uno per famiglia) per un periodo di accoglienza di 6 mesi, eventualmente prorogabile, durante il quale la Caritas garantirà un rimborso mensile per le spese sostenute e accompagnerà la famiglia nell’ attività di accoglienza prevedendo momenti di verifica e supporto continui.

I quattro soggetti coinvolti sono ragazzi maggiorenni di età compresa tra i 18 e i 25 anni circa, che hanno già sperimentato positivamente un periodo di accoglienza in strutture legate alla rete Caritas diocesana, così da poter sostenere, con un minore rischio di fallibilità, forme di inserimento in famiglia.

Riguardo le famiglie, verranno selezionati nuclei in grado di garantire le migliori condizioni per un’accoglienza protetta e finalizzata a percorsi di autonomia delle persone accolte al fine di consentire ai beneficiari di emanciparsi dalle forme di aiuto istituzionale e informale proveniente dal terzo settore.

Chiediamo la possibilità di organizzare un incontro nella vostra parrocchia per illustrare il progetto e verificare la presenza di famiglie disponibili. Chiunque sia interessato può contattare la Caritas di Rimini.

Per informazioni telefonare in Caritas al numero 0541.26040 e chiedere di Luciano o di Cesare.